Aprire una libreria

aprire una libreria

I recenti snellimenti in fatto di legislazioni hanno reso molto più semplice, almeno dal punto di vista burocratico, l’operazione di apertura di una libreria. Poi però ci sono da fare i conti col mercato. I fatti sono noti a tutti. In Italia il consumo di carta stampata è in netta diminuzione e, al di fuori di pochi filoni, il mercato dell’editoria non sembra dare cenni di ripresa. In Italia vengono pubblicati centinaia di migliaia di titoli ogni anno; il problema non è nella produzione quanto nella cultura, che schiva sempre di più i contenuti su carta stampata. Il bacino d’utenza

Aprire una pensione per cani

pensione per cani

A meno che non siate tra coloro che non sopportano gli animali, aprire una pensione per cani può essere un’idea che permette ancora una discreta redditività. I proprietari di quadrupedi non sono di certo in diminuzione, anzi, e altrettanti sono coloro che hanno problemi a gestire i loro animali in periodi di vacanza o altro. Per questo genere di attività non sono richieste particolari autorizzazioni, a parte l’attribuzione da parte della ASL agli impianti, e questo semplifica certamente molto le cose. Il luogo in cui impiantare questa attività dovrà essere distante almeno 500 metri da altri edifici, ed essere servito,

Aprire una sartoria

aprire una sartoria

Per aprire una sartoria occorre fondamentalmente una cosa. Un/a sarto/a. Quindi se non rientrate in questa categoria dovreste recuperare quantomeno una persona in grado di assolvere al compito. Se invece siete in possesso dei requisiti necessari e avete voglia di imbarcarvi in un’impresa di questo tipo avete tre possibilità. La prima consiste nel fare richiesta ad uno dei tanti gruppi che propongono questa attività in franchising. Recentemente sono state create proposte anche innovative, come le sartorie che eseguono qualunque tipo di lavoro, compreso il ricamo, in pochissimo tempo: magari anche giusto quello di fare la spesa. Le potete trovare presso

Aprire un compro oro usato

aprire un compro oro

Occorre anzitutto fare una distinzione importante. Nell’aprire un negozio di compravendita di oro usato infatti, sono due le tipologie di business che si possono voler implementare. La prima è quella dedicata alla compravendita di oggetti, da privati e verso privati, che non implica la trasformazione degli oggetti suddetti, mentre la seconda riguarda l’attività di acquisto di oggetti in oro destinati alla fusione e quindi alla successiva rivendita di oro allo stato non differenziato. Per quanto riguarda il secondo caso, vi è comunque una certa commistione poichè spesso un clente di un’attività di questo tipo è la tipica azienda che a

Aprire un mercatino dell’usato

mercatino cose usate

L’apertura di un mercatino dell’usato rientra in una di quelle possibilità imprenditoriali a basso costo e quindi anche a basso rischio. In più, il termine “basso” non si adatta di certo alla marginalità, che parte da un minimo del 35%. Ovviamente, il carattere di “microbusiness” di questo genere di impressa non prevede profitti enormi, ma anche questo non è un impatto significativo in quanto si sono viste spesso attività di questo tipo evolversi in vere e proprie aziende, come nel caso di alcune catene di franchising a cui sempre più persone si rivolgono. In periodi di crisi inoltre, la possibilità

Aprire un centro abbronzatura

centro abbronzatua

Aprire un centro abbronzatura è una di quelle ipotesi molto gettonate dai novelli imprenditori, e a ragione. La questione estetica è a tutti gli effetti sempre più importante, e con il poco tempo a disposizione ed il poco denaro dovuto alla crisi, un mese al mare per abbronzarsi non è più una meta facilmente raggiungibile. In più le vacanze, a parte per i più fortunati, vengono solo una volta all’anno e quindi per tutto il resto del tempo si finisce per soffrire in media del pallore cittadino. Ecco quindi che il bacino d’utenza per questo genere di attività è piuttosto

Aprire un videopoker

aprire un video poker

La legislazione in merito a scommesse e giochi per adulti è un notevole bailamme, in continuo mutamento. Per questo motivo, aprire una sala giochi per videopoker o comunque per adulti, può essere un azzardo (nel senso imprenditoriale e non ludico). La resa in termini economici è comunque indubbia, per cui, volendo scegliere questa come attività in proprio, le motivazioni ci sono comunque. L’investimento iniziale non è particolarmente significativo, in quanto tutte le attrezzature vengono abitualmente noleggiate con contratti di vario tipo. Anche gli adempimenti di legge, obbligatori, pur variando da comune a comune non sono particolarmente stringenti. Il problema è

Aprire un Bar

aprire un bar

Aprire un Bar è un’impresa che può portare buoni introiti, a patto naturalmente di saper fare il proprio lavoro e di scegliere una location che consenta un regolare afflusso di clienti. C’è da dire che in molte città questi esercizi sono molto diffusi. Occorre quindi che l’offerta della nuova attività si differenzi in qualche modo da quelle limitrofe in modo da rosicchiare quote di mercato agli abituee di questi locali. L’investimento per questo tipo di attività non è affatto da sottovalutare, sia che si tratti di una nuova apertura che di subentro in una già esistente. Per la prima le

Aprire un internet cafè

internet cafe

Aprire un internet cafè, dopo le ultime disposizioni di legge in vigore dal 1° Gennaio 2011 è senz’altro più semplice che in passato. Questo perchè da tale data, oltre ad essere decaduto completamente l’obbligo di registrazione dell’identità degli utenti, è stato anche tolto quello di licenza per chi, come nel nostro caso, decide di aprire un’attività e contemporaneamente offrire un accesso internet ai propri clienti. L’attività principale deve quindi essere quella relativa alla parte “caffè” e non ad internet, quindi occorre sostanzialmente aprire un bar e attrezzarlo con i pc e le postazioni per la navigazione. Per aprire un bar

Aprire un internet point

internet point

Aprire un internet point, con le recenti modifiche di legge e, soprattutto, con la recente abolizione dell’obbligo di registrazione dell’identità, è una buona idea per un’attività in proprio. Fino al 31 Dicembre del 2011 rimarrà in vigore l’obbligo di richiesta di licenza ma, dal primo gennaio 2012, l’apertura di un’attività di questo tipo diventerà come una qualsiasi altra attività commerciale, sottoposta quindi solo alla comunicazione di apertura attività (attenzione comunque al modo in cui i vari comuni recepiscono questa normativa). Per questo genere di impresa la localizzazione non è fondamentale, anche se, ovviamente, più il locale è visibile e meglio

Aprire una pizzeria d’asporto

pizzeria da asporto

Aprire una pizzeria d’asporto è cosa oggi relativamente semplice, considerato che gli adempimenti burocratici richiesti sono abbastanza limitati, partita IVA, iscrizione albo artigianale, e poco altro. Il vero nocciolo della questione sta nel fare tutti i passi necessari per assicurarsi una buona remuneratività dell’attività che si va ad avviare. La localizzazione, tanto per iniziare. Il punto ideale è abbastanza vicino a istituti scolastici o zone frequentate da lavoratori che hanno poco tempo per la pausa pranzo. Sicuramente la vicinanza di un parcheggio può dare un ulteriore punto a vantaggio, così come la distanza da altri esercizi simili, piadinerie o altro,

Rivendita detersivi alla spina

detersivi alla spina

Sono una novità per il mercato, anche se hanno raggiunto una buona diffusione sul territorio. I distributori di detersivi alla spina si possono trovare abbastanza facilmente, e rappresentano un complemento per il negozio classico, soprattutto se affiancati ad altre attività affini, come lavanderie (e non solo) o altri tipi di negozi che comunque abbiano un minimo di congruenza commerciale. Attualmente vi sono cinque grosse aziende che forniscono distributori di detersivi alla spina in franchising e, a quanto pare, stanno facendo grossi affari e facendone fare anche a chi usa i loro macchinari. Indubbiamente la spinta del “BIO” per questo genere