I sistemi di climatizzazione della casa sono sempre piú richiesti ed apprezzati. Parliamo in modo particolare dei climatizzatori. Aprire un’attività di installazione di condizionatori d’aria rappresenta un’ottima opportunità per chi vuole intraprendere una carriera imprenditoriale artigianale. I guadagni sono buoni e le occasioni di lavoro non mancano, sia in piccole che grandi città.

Un professionista che effettua installazione di condizionatori si rivolge ai privati, ma anche alle piccole e grandi aziende. A coloro che hanno un negozio oppure ufficio da climatizzare, ma anche a ditte con dimensioni maggiori che necessitano sistemi di climatizzazione per tutti gli ambienti.

Come aprire un’attività di installazione condizionatori

Come prima cosa bisogna aprire la partita IVA. Si tratta di lavoro artigianale, quindi in questo senso va inquadrata. Per quel che riguarda il regime fiscale da qualche anno ci sono parecchie novità.

Il regime forfettario varato recentemente permette un pagamento ridotto delle tasse legate al proprio lavoro. Per l’anno in corso il massimale di guadagno annuale è di 65000 euro e, con il regime forfettario, si paga il 5 o il 15% sull’ imponibile per 5 anni. L’imponibile può essere abbattuto con delle detrazioni fisse del 60%. Una buona opportunità quindi per chi decide di aprire un’attività quest’anno.

E’ consigliabile prendere il patentino FGAS che si ottiene dopo aver effettuato un corso e relativi esami (maggiori informazioni sul sito FGAS). Il patentino è richiesto per l’acquisto di gas refrigeranti necessari all’ installazione di macchine frigorifere e condizionatori.

Il gas refrigerante non ha nulla a che vedere con il gas utilizzato ad esempio nel montaggio delle caldaie.

Competenze professionali

Il professionista proviene, preferibilmente, da un settore edile (ingegnere del riscaldamento, idraulico, ingegnere della refrigerazione, ecc.). Ha dovuto acquisire un’abilità tecnica aggiuntiva per padroneggiare un’evoluzione tecnologica molto rapida. Per poter intervenire sul montaggio dei condizionatori deve conoscere anche elementi di elettricità , dato che gli stessi si allacciano alla linea elettrica di casa per poter funzionare.

L’installazione e la manutenzione richiedono una formazione continua sulle nuove tecnologie e vincoli ambientali. Il professionista non dovrebbe esitare a circondarsi di ulteriori competenze. Infine, deve essere un buon manager per misurare la redditività di ciascun sito. Deve essere abile con le mani e avere un grande senso dell’organizzazione.

Inoltre deve possedere anche doti di educazione ed empatia visto che entra dentro le case delle persone.

Tutte queste qualità possono essere affinate con l’esperienza e con un buon tirocinio di almeno un anno. Accompagnare un professionista che già lavora con competenza è essenziale per affinare e perfezionare le proprie tecniche di base.

Quanti soldi ci vogliono per aprire questa attività

Il prossimo passo nell’organizzazione della tua attività potrebbe essere quello di trovare una stanza per ospitare il tuo ufficio. Diventerà semplicemente un ufficio di rappresentanza in cui si terranno trattative con i clienti. Teoricamente, puoi lavorare senza affittare locali o negoziare con i clienti perchè gli stessi ti contattano . Ciò è particolarmente utile per le piccole organizzazioni che vogliono risparmiare denaro.

Quando scegli una stanza, devi decidere l’area del tuo lavoro, perché nelle grandi città è difficile provare a conquistare l’intero mercato cittadino. . A questo proposito, è molto più semplice coprire solo pochi quartieri al fine di offrire i propri servizi solo ai residenti delle abitazioni vicine.

Naturalmente, non dovresti rifiutare un cliente, anche se si trova dall’altra parte della città. Lo spazio ufficio in sé non dovrebbe essere grande, poiché poche persone lavorerebbero lì, e il l’attrezzatura necessaria per il lavoro non può essere chiamata nel suo insieme e occupa molto spazio.

Il costo dell’affitto di un ufficio dipende da molti fattori, in primis dalla zona in cui intendiamo aprire l’ufficio. Ovviamente al centro costa di piu’ rispetto alla periferia. Non bisogna dimenticare che nelle grandi città, le proprietà in affitto hanno un ordine di grandezza superiore a quello delle province.

Ad ogni modo non serve molto per partire. Come detto non c’è bisogno nemmeno di una sede fisica, visto che per il montaggio dei condizionatori il professionista si reca direttamente a casa del cliente.

L’investimento iniziale è dunque legato all’ acquisto dei macchinari utili per esercitare la propria professione. Possiamo stimare l’investimento iniziale di circa 2000 euro per il set completo di attrezzi.

E’ ovvio e chiaro che bisogna possedere anche un auto , abbastanza capiente aggiungiamo noi, in cui stivare tutto il materiale necessario e per potersi recare nei siti dove si faranno gli interventi

Quanto si guadagna

Poco all’ inizio, a meno di non avere una clientela già stabile. Purtroppo l’installazione di condizionatori è legata alla stagione calda. Durante l’inverno il lavoro cala in maniera pesante. Per questo motivo i professionisti nella stagione fredda si specializzano nella manutenzione dei frigoriferi industriali di negozi, ristoranti, farmacie.
In questo caso il lavoro in inverno c’è sempre. Quindi d’estate si montano i condizionatori, d’inverno invece si fa la manutenzione a condizionatori e frigoriferi, se si hanno ovviamente le competenze.

Per l’installazione di un condizionatore mediamente si chiedono 300-350 euro, a seconda della difficoltà . Ci sono anche installazioni che costano di piu’ e permettono guadagni piu’ alti, ma ovviamente richiedono piu’ tempo lavorativo. Un limite è rappresentato dal fatto che i montaggi si fanno in due, quindi si cerca un collega da affiancare nelle chiamate. Quindi anche i guadagno in questo caso sono dimezzati.

Come si acquisiscono i clienti

avere un parco di clienti affezionato con cui poter lavorare in futuro lavorare è un plus. Anche perchè gli stessi clienti possono passare parola e far arrivare altri lavori.

Se invece iniziamo da zero possiamo iniziare a fare pubblicità localmente, anche sfruttando i social e le ads a pagamento. Almeno all’ inizio è bene praticare prezzi piú bassi della media per facilitare l’entrata di nuovi clienti. Non si deve lavorare ovviamente sotto costo, ma con un margine minore. Molti installatori di condizionatori stringono anche contratti di manutenzione con grosse ditte per il controllo, la pulizia e la sanificazione dei sistemi di ventilazione e climatizzazione.

E’ un ottimo metodo per assicurarsi delle entrate “fisse” nei momenti di minor lavoro. I contratti sono usualmente annuali e si rinnovano tacitamente. Possiamo chiedere dai 2000 ai 5000 euro l’anno a seconda del tipo di intervento da fare e dalla grandezza dell’ impianto di climatizzazione da monitorare.

Aprire un’attività di installazione condizionatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.