Diventare guida turistica può essere davvero entusiasmante, ma le cose da sapere in merito sono moltissime.

L’Italia è un paese davvero meraviglioso da scoprire e, fortunatamente, il turismo è proprio una di quelle attività in continua crescita e sviluppo.

Arte, cultura, storia, tradizione, natura. Al territorio italiano non manca proprio nulla.

Essere una guida turistica è una responsabilità in quanto ti dona il compito di far scoprire ogni singolo luogo sotto diversi punti di vista.

Ad esempio, sapere cosa vedere ad Ischia, tanto per nominare un luogo italiano d’eccellenza, non basta per essere una guida turistica preparata. È necessario sapere anche cosa c’è dietro ad ogni luogo e conoscere quei piccoli particolari che non si trovano sui libri.

Se senti che questo lavoro è quello che fa per te allora mettiti comodo, perché ora andremo a vedere tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Diventare guida turistica: requisiti, leggi ed altre informazioni

Molto spesso si fa una grande confusione tra i termini “guida turistica” ed “accompagnatore turistico“.

Queste due figure sono ben diverse tra di loro.

Una guida turistica è una figura professionale che accompagni i turisti nei diversi luoghi d’interesse di una determinata città.

Lungo il percorso, poi, va ad illustrare ogni singolo monumento ed attrazione sotto diversi punti di vista: storico, architettonico, artistico, culturale, ecc.

L’accompagnatore turistico invece, come dice la parola stessa, ha il solo scopo di accompagnare i turisti e dare a loro delle informazioni turistiche di base: costi dei biglietti, gestione del trasporto, dove alloggiare, ecc.

Come puoi vedere, sono due figure molto diverse tra di loro che hanno, anche, delle competenze ben distinte.

Ma come fare per diventare la guida turistica che sogni da tanto?

Diventare guida turistica: le competenze personali

Svolgere questo lavoro non è facile, come tutti i lavori in cui si deve avere uno stretto contatto con il pubblico.

Se desideri davvero intraprendere questo tipo di carriera fermati un attimo e cerca di capire se hai le seguenti caratteristiche:

  • cultura generale sulla storia e la cultura del territorio italiano;
  • buona conoscenza di almeno due lingue straniere;
  • buone doti comunicative;
  • capacità di relazionarsi con persone diverse;
  • passione per tutto quello che concerne l’arte, la storia, l’architettura ed il turismo in generale.

Se credi di avere tutte le carte in regola allora puoi davvero procedere con la realizzazione del tuo sogno.

Diventare guida turistica: il percorso di studi

Passiamo ora ad un altro step molto importante, ovvero alle competenze che devi assolutamente avere in campo teorico e pratico.

Per diventare una guida turistica al 100% non basta aver letto centinaia di libri sulla tua regione. Serve un patentino di abilitazione che certifichi tutte le tue conoscenze.

Per conseguire questo patentino serve tutto un percorso formativo ben preciso che può già partire dalle scuole superiori con un diploma presso un liceo classico, un liceo artistico o un istituto tecnico per il turismo.

Questo non basta, però, perché è necessaria anche una laurea triennale, meglio se con indirizzo verso il corso di storia dell’arte.

Una volta conseguita la laurea potrai iscriverti all’Esame di Stato per ottenere finalmente l’abilitazione come guida turistica.

Diventare guida turistica: l’Esame di Stato

Ti abbiamo già accennato al fatto che dovrai affrontare un esame specifico prima di avere il tuo patentino da guida turistica.

Questo esame si svolge con cadenza biennale e viene stabilito dalle Regioni e dalle Province autonome.

Potrai scoprire le diverse date grazie a dei bandi pubblici.

L’esame si svolge in tre parti:

  • parte scritta con domande aperte e domande a risposte multiple che riguardano la legislazione, l’organizzazione turistica e la storia dell’arte italiana;
  • parte orale per verificare le conoscenze già esaminate con lo scritto e valutare anche le competenze linguistiche;
  • parte pratica in cui dovrai simulare una visita turistica completamente guidata da te.

Se tutto avrà esito positivo ecco che potrai finalmente avere il tuo patentino ed essere inserito nell’elenco nazionale delle guide turistiche del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Diventare guida turistica: come trovare lavoro

Dopo tutta la fatica, i sacrifici e lo studio fatto è ora di capire anche come trovare lavoro e finalmente raccogliere i frutti del tuo tanto impegno.

I modi per lavorare come guida turistica sono davvero moltissimi.

Tra l’altro, la grande ricchezza del territorio italiano sicuramente ti aiuta notevolmente.

Crea il tuo curriculum vitae e comincia a farti conoscere portandoli nei diversi tour operator della tua zona, nelle agenzie di viaggio ed anche in piccole o grandi associazioni che operano nel settore del turismo.

Sono davvero moltissime le aziende e gli enti che hanno a cuore questo settore e che creano sempre nuovi itinerari per attirare un numero sempre maggiore di turisti.

Tieni d’occhio anche le diverse offerte di lavoro che puoi trovare nei siti internet appositi.

Ogni occasione è buona per fare esperienza e per far spargere la voce che tu ci sei e che hai tanta voglia di dar vita alle tue conoscenze sul campo.

Diventare guida turistica: ultimi consigli

Prima di lasciarti vogliamo darti qualche piccolo suggerimento affinché la tua carriera da guida turistica sia il più positiva possibile.

L’offerta di lavoro è sicuramente molto alta, ma anche la richiesta non è da meno, quindi, non scoraggiarti se all’inizio faticherai a trovare l’occupazione dei tuoi sogni.

Accetta anche piccole partecipazioni e piccoli gruppi così da fare esperienza ed imparare sempre di più le tecniche e le modalità che arrivano maggiormente ai diversi turisti.

Ogni luogo ha le sue particolarità e la tua bravura deve essere quella di dare informazioni complete su ogni singolo aspetto, ma anche quella di far notare ad ogni turista quei piccoli particolari che non si notano immediatamente.

Un luogo è fatto da grandi attrazioni, ma anche da angoli sconosciuti che forse rappresentano maggiormente il cuore e l’atmosfera del sito.

Essere una guida turistica non è solo essere un libro vivente. Significa far entrare dentro al cuore di ognuno un qualcosa di nuovo e che mai dimenticherà nella sua vita.

Ecco perché siamo ben consapevoli di cosa ti ha spinto a scegliere questa professione. E siamo completamente d’accordo con te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *