negozio di fiori

Non importa l’occasione: ricevere in regalo un mazzo di fiori o una pianta è sempre un pensiero gradito. Per questo aprire un negozio di fiori può rappresentare una ottima occasione di guadagno ed un modo per trasformare il proprio hobby in passione.

Per aprire un negozio di fiori è bene essere molto informati ed avere un progetto, in termini economici e creativi ben preciso.
E’ una attività che non concerne solo la semplice vendita del prodotto e che necessità di creatività e passione per questo lavoro.
Anzitutto è necessario trovare la giusta location, ovvero un luogo di passaggio ed un locale che presenti le giuste caratteristiche tali da soddisfare tutte le necessità. Il negozio deve essere arredato con cura, facendo bene attenzione tanto agli spazi e alle decorazioni, quanto alla qualità degli strumenti necessari per realizzare capolavori.

La vetrina deve essere ben curata e gli espositori floreali devono essere proporzionati ai fiori che contengono e puliti. L’ambiente deve avere stile.
E’ necessario aver fin da subito chiaro se si intende procedere ad aprire un negozio per la vendita di fiori al dettaglio o se si intende investire maggiormente sulle cerimonie o grandi eventi. Quest’ultima ipotesi comporterà la scelta di un locale con un laboratorio di ampie dimensioni, dove poter preparare tutto il necessario e porre una cella frigorifera per il mantenimento dei fiori.

Da ciò dipenderà anche l’investimento iniziale che può non essere una grande cifra. Infatti possono bastare meno di 10mila euro per aprire una attività, ma naturalmente è bene organizzarsi con un business plan per evitare di affrontare spese inutili e massimizzare l’investimento. In questo devono rientrare le spese per il locale, le utenze, l’arredo, le materie prime ed un fondo per eventuali attività di promozione.

Di norma oltre ai fiori, i negozi vendono anche confetti, cornici ed altro materiale per cerimonie ed eventi particolari.
Come anticipato, la creatività è uno dei fattori principali per aprire un negozio di fiori. Il fioraio deve essere oggigiorno un professionista del suo mestiere. Deve saper comporre bouquet e sbalordire il cliente attraverso le più svariate composizioni che si possono ideare e realizzare con i fiori e con le piante.
E’ buona norma aver frequentato una scuola di formazione o qualche corso destinato all’apprendimento delle tecniche base di composizione e ai fiori. Inoltre si dovrebbero frequentare con periodicità corsi di aggiornamento e master. Questo vale per tutte le professioni, ma per chi possiede un negozio di fiori questi momenti rappresentano la formula del successo per differenziarsi dagli altri.

La tendenza dimostra che sempre più negozi di fiori hanno personale specializzato in particolari culture o composizioni come per esempio la vendita e cura dei bonsai.
E’ importante anche una solida base di social marketing poiché anche in questo campo internet rappresenta il nuovo mercato. La pubblicità è molto importante come lo è la presenza di contatti precisi ed aggiornati per rintracciare il servizio e fare ordini. Se si decide di far consegne a domicilio, si potrà personalizzare il mezzo di trasporto così da avere maggiore visibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *