ecopuntoAl giorno d’oggi, risulta essere realmente difficile scegliere il giusto investimento. Molti infatti, seguendo alcuni consigli ed il proprio istinto, si buttano a capofitto in investimenti che sembrano essere realmente azzeccati ed allo stesso tempo molto redditizi. Triste a dirsi, dopo poco tempo però, i loro investimenti e le loro idee commerciali si dimostrano sbagliate e sono costretti ad andare in bancarotta, dicendo addio ai loro sogni di gloria. Dunque, prima di buttarsi a capofitto in un investimento occorre considerare tutte le possibilità. Comunque, esiste un investimento che sembra essere realmente sicuro: aprire un ecopunto! Scopriamo quali sono i vantaggi di questo investimento!

Aprire un Ecopunto: cosa significa?

Prima di analizzare i reali vantaggi di aprire un ecopunto, occorre considerare cosa significa compiere quest’azione. Aprire un ecopunto significa aprire un vero e proprio negozio. A tutti gli effetti si tratta di un’attività commerciale, al pari di aprire un negozio d’abbigliamento o un punto ristoro. Di cosa si occupa un ecopunto? Presto detto! Un ecopunto si occupa di acquistare i rifiuti delle persone e poi rivenderle alle aziende che si occupano del riciclaggio dei rifiuti. Naturalmente, si tratta di rifiuti che siano possibili da riciclare e non rifiuti che normalmente finirebbero nell’indifferenziata. Per aprire un ecopunto comunque, occorre seguire diversi passaggi che non per tutti possono risultare semplici. In primo luogo bisogna aprire una partita IVA e costituire un’azienda. Dopodiché occorre far conoscere il proprio nome. Non tutti infatti, si affidano ad un ecopunto, alcuni non conoscono neanche l’esistenza di questi particolari negozi. Con la giusta campagna di marketing e buone scelte si può avere il dovuto successo. Ad ogni modo, chiunque riesca ad aprire un ecopunto può essere sicuro che il suo investimento sarà ben ripagato!

Aprire un ecopunto: i vantaggi

A questo punto però, risulta essere naturale chiedersi quali siano i vantaggi di un ecopunto. Ebbene, in primo luogo, come già detto in precedenza, non tutti conoscono questa tipologia di mercato. Ciò significa che chi decide di aprire un ecopunto non avrà alcuna concorrenza e potrà essere praticamente l’unico punto di riferimento per i propri cittadini. Oltre a ciò, il mercato risulta essere vantaggioso anche perché c’è possibilità di vendere a molteplici aziende in molteplici zone. Difatti, se un giorno dovessero interrompersi i rapporti di collaborazione con una sola azienda, è possibile ampliare il proprio mercato altrove, cercando altre industrie che acquistano rifiuti riciclabili. Oltre a ciò, chi si impegna a portare a termine questo progetto e decide di costituire una solida azienda ecologica possiede appieno il sostegno del Codacons. L’associazione ha infatti dichiarato aprire un ecopunto come il miglior progetto dell’anno.

In ultima analisi, chi desidera aprire un ecopunto compie una fantastica scelta che potrà portare risorse monetarie nella propria casa e favorire un ambiente migliore!

3 thoughts on “Aprire un ecopunto

  • 30 Giugno 2019 alle 19:40
    Permalink

    Sono fortemente interessato ad aprire un ecopunto ma nessuno mi sa dire quali sono le autorizzazioni che ci occorrono quindi gradirei sapere cosa serve x aprire un ecopunto

    Rispondi
  • 1 Agosto 2019 alle 13:28
    Permalink

    Sarei interessata a capire la procedura per l apertura di un eco punto , conoscere i costi di investimento e le autorizzazioni necessarie ho già un attività di rivendita e ho molto spazio a disposizione

    Rispondi
  • 6 Novembre 2019 alle 05:29
    Permalink

    Sono molto interessata all’apertura di un ecopunto nella mia città, ma vorrei capire come bisogna fare, le autorizzazioni in merito, ed una volta aperto, vorrei sapere chi porterà alle aziende che acquistano i rifiuti di riciclo alla destinazione prevista, e le possibilità di guadagno in merito a ciò- Grazie anticipatamente

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *