Il mondo dei blog ci ha insegnato che è possibile guadagnare con le proprie passioni. Può trattarsi di uno stipendio vero e proprio, così come di un modo creativo per arrotondare le vostre entrate mensili. Tutto dipende da quanto tempo volete, o potete dedicarci. Insieme alla blogger  Laura Musig vedremo come aprire e guadagnare con un blog di successo.

Al pari di ogni altra attività commerciale, anche quando aprite un blog, è importante partire con il piede giusto evitando di improvvisare. I primi quattro consigli fondamentali sono:

  • scegliete un nome creativo, facile da ricordare ma soprattutto da scrivere: il nome può davvero fare la differenza, non a caso esistono degli esperti in questo senso;
  • acquistate un buon servizio di hosting ed un dominio di primo livello: non diventerete delle blogger di successo con un dominio .blogspot;
  • trovate un solo argomento per il vostro blog (o meglio un argomento centrale) ed evitate di divagare con argomenti non pertinenti;
  • date subito un appeal professionale al vostro blog attraverso una grafica pulita, in linea con l’argomento del blog e che favorisca la lettura degli articoli;

Per quanto riguarda la scrittura degli articoli attenetevi strettamente ad un piano editoriale strategico, che risulti funzionale ad acquisire rilevanza ed autorevolezza rispetto all’argomento trattato. Questo vi permetterà di guadagnare credibilità sia agli occhi degli utenti, che dei motori di ricerca. Il piano editoriale vi aiuta tra le altre cose ad evitare la sindrome del foglio bianco, sapendo così sempre che cosa scrivere. Attraverso un piano editoriale saprete cosa scrivere, quando scriverlo e soprattutto con quali finalità.

Dopo aver scritto i migliori articoli di cui siete capaci è l’ora di farli conoscere. A questo scopo diventano imprescindibili:

  • l’ottimizzazione per i motori di ricerca
  • l’utilizzo dei social network (a seconda del settore potrete optare per Facebook, Twitter, Instagram o Youtube)
  • la creazione di una newsletter (nel mondo dei blogger professionisti avere una banca dati di contatti qualificati rappresenta un valore non da poco).

Quando il nostro blog ha raggiunto un sufficiente grado di notorietà e dei volumi di traffico interessanti è arrivato il momento di pensare a come monetizzarlo ovvero dovrete prendere confidenza con quelli che sono i metodi per guadagnare online. Esistono differenti strategie di monetizzazione a seconda di quello che è l’argomento del nostro blog, ed a seconda del numero di visitatori. I metodi per guadagnare online si distinguono in due principali categorie: metodi diretti e metodi indiretti. Qui di seguito parleremo soprattutto di metodi diretti.

Anche se non siete esperti di monetizzazione se pensate a come guadagnare online, il primo metodo che potrebbe venirvi in mente potrebbe essere la pubblicazione dei banner di Google ovvero Google Adsense. Anche se uno dei sistemi più longevi per guadagnare online è anche vero che programmi come AdBlock e la progressiva banner blindness degli utenti online, hanno eroso enormemente le possibilità di guadagno attraverso questo sistema. Senza contare che i volumi di traffico, richiesti per guadagnare con questo sistema sono veramente alti. Adsense quindi potrebbe rivelarsi quindi un metodo non proprio remunerativo se siete alle prime armi nel mondo del bloggin.

Questione invece differente se vendete banner direttamente alle aziende che potrebbero essere interessate ad acquistare uno spazio pubblicitario sul vostro blog in quanto affine per le tematiche trattate al loro business. In questo caso potrete voi decidere voi il prezzo e le modalità, ma sempre a patto che il vostro blog abbia un indice di popolarità interessante.

Sempre a proposito di azienda, potreste decidere di pubblicare degli articoli in collaborazione con aziende che fanno capo al vostro settore di interesse. Può trattarsi di articoli sponsorizzati, recensioni a seguito della ricezione di prodotti. Un caso emblematico in questo senso è rappresentato dai beauty blog e dai siti che si occupano di makeup.

Un metodo per guadagnare online che può rivelarsi altamente remunerativo anche se non avete volumi di traffico particolarmente alti è rappresentato dai programmi di affiliazione. Se vi iscrivete al programma di affiliazione di un determinato negozio online, attraverso particolari links che riportano il vostro ID partner, potrete ricevere una commissione (in percentuale variabile) ogni qual volta dal vostro sito viene generata una vendita sull’ecommerce che fa capo al programma di affiliazione considerato. Un programma di affiliazione molto gettonato è quello di Amazon, ma iscrivendosi a piattaforme come Tradedoubler o Awin ne avrete a disposizione tantissimi altri, divisi per argomento. Sui siti dei migliori webmarketers ed esperiti di monetizzazione online, potrete anche trovare opinioni e recensioni sui vari programmi di affiliazione: review che vi permetteranno di orientarvi nella scelta del programma di affiliazione che fa per voi.

Se siete esperti di materie molto tecniche potreste approfittare del vostro blog per vendere delle consulenze o dei servizi che fanno capo alla materia di cui siete esperti. Facciamo un esempio: avete un blog a tema animali da compagnia con un focus particolare sul mondo dei cani. Potreste approfittarne per pubblicizzare un vostro servizio di dog sitting o di toelettatura per cani, o qualsiasi altro servizio inerente a questa tematica che i lettori del vostro blog sarebbero disposti a pagare. Questa metodologia si presta a tantissime tematiche, solo per citarne alcune: bellezza, giardinaggio, informatica, materie economiche…

Anche le donazioni possono rappresentare un introito per il vostro blog. I visitatori del vostro sito le possono fare attraverso Paypal o Patreon, una piattaforma di crowdfound utilizzata soprattutto da artisti e creativi. Queste donazioni possono tornarvi utili soprattutto per coprire i costi di gestione del vostro blog, costi relativi ad hosting, cloud o cdn.

Il consiglio “a monte” per guadagnare online in modo efficace è mutuato ad un modo di dire anglosassone che dice “Don’t put all your eggs in one basket” ovvero “non mettere tutte le uova nello stesso paniere”. Questo cosa significa? In altre parole vi suggerisce di differenziare le vostre strategie di guadagno. Non puntate tutto su un’unica fonte di guadagno, perchè qualora questa fonte venisse meno, voi vi trovereste con le entrate del vostro blog di fatto azzerate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *