Il mondo del lavoro offre oggi diverse possibilità a chi mostra ambizioni imprenditoriali e una di queste riguarda l’apertura di un’agenzia di infortunistica stradale, attività che si sta riscoprendo redditizia e utile.

Modalità di apertura di un’agenzia di infortunistica stradale

Le modalità per poter aprire un’agenzia di infortunistica stradale sono sostanzialmente due: iniziativa privata e franchising, quest’ultima più diffusa e più semplice.

– Iniziativa privata: basta un piccolo ufficio, giusto per accogliere nel miglior modo i clienti, con all’interno tutti gli strumenti di lavoro necessari (computer, stampanti, telefono, ecc..), un arredamento molto minimalista e in aggiunta un bagno. L’investimento base parte indicativamente dai 15.000 euro per arrivare mediamente fino a 20.000 euro, a seconda del locale prescelto (bastano anche 40-50 metri quadrati). Con questa modalità l’agenzia deve possedere tutti i giusti strumenti primari e secondari per farsi conoscere e cercare di avere il maggior numero di clienti possibile, ottenendo la loro fiducia all’intersno di un mercato in cui la concorrenza è molto alta.

– Franchising: codesto modo di operare offre molti vantaggi. In primo luogo prevede un investimento di partenza ridotto e un percorso formativo completo. In seguito, una volta avviata l’attività, l’imprenditore e lo staff vengono supportati da una consulenza e da un’assistenza svolta direttamente dalla casa madre. Il know how è consolidato grazie a un’esperienza decennale nel settore, sostenuta da un sistema gestionale completo e sicuro che pone il personale nelle migliori condizioni di lavoro per poter soddisfare i clienti. L’utilizzo del brand è già noto e viene considerato affidabile da tutti coloro che usufruiscono del servizio. I rischi dell’impresa e tutti gli imprevisti di avvio della società sono ridotti, inoltre la strategia di comunicazione proposta prevede campagne di marketing mirate. Con tutte queste premesse franchising si presenta come il modo più semplice e meno rischioso per aprire un’agenzia di infortunistica stradale dando inizio all’attività imprenditoriale.

I requisiti richiesti

Per intraprendere il nuovo percorso e iniziare l’attività all’interno di un’agenzia di infortunistica stradale non servono particolari titoli di studio. In questo contesto risultano preponderanti le caratteristiche della persona: dinamicità, pazienza, rapidità di azione, determinazione e capacità di interazione con gli altri. La prima caratteristica elencata deve essere il cuore del lavoro dell’intermediatore o della figura professionale che lavora nel settore, poichè ha sempre a che fare con i clienti e la sua mansione è tipica d’ufficio. Egli deve essere in grado di risolvere qualsiasi problema burocratico riguardanti le pratiche di amministrazione, oltre che essere disponibile per recarsi direttamente nelle officine, carrozzerie, negli ospedali o nelle sedi assicurative.

L’imprenditore che vuole decidere di entrare in questo ambito di imprenditoria deve avvalersi di personale con ottime conoscenze per quanto riguarda la materia legale, l’amministrazione e la gestione d’ufficio. Bastano dei corsi inerenti per poter avviare la propria formazione. Requisiti fondamentali per poter aprire un’agenzia di infortunistica stradale sono l’iscrizione alla Camera di Commercio come Agenzia di Affari, l’apertura di una partita IVA, la comunicazione al Comune inerente l’inizio attività, le autorizzazioni relative alla sicurezza del luogo di lavoro e all’esposizione dell’insegna, l’apertura delle posizioni Inail e Inps.

Strutturare l’attività con servizi accessori

Aprire un’agenzia di infortunistica stradale, seppur non particolarmente complesso, non significa che ci si possa improvvisare. La prerogative di successo nel settore impongono un servizio professionale, efficiente e veloce, anche perchè queste sono le attese dei clienti. Inoltre la concorrenza in questo ambito è molto accesa e per garantirsi maggior visibilità è bene conoscere la materia, proponendo anche qualche servizio accessorio fidelizzando la clientela.
Gli studi legali rappresentano i primi competitors del settore per le agenzie di infortunistica stradale e quindi l’unico modo per poter prevalere su di essi è quello di essere rapidi, funzionali e versatili.

L’attività va strutturata in modo tale da ottenere tempi di risposta veloci e concreti da parte delle officine di riparazione, vie preferenziali con strutture cliniche e fisioterapiche, accordi speciali con punti vendita di materiali sanitari e ortopedici, partnership con medici specialisti.
Tali ”scorciatoie” permettono di offrire al cliente un servizio migliore, puntuale e preciso, che non tutti gli operatori del settore possono avere.

L’imprenditore che desidera aprire un’agenzia di infortunistica stradale deve considerare anche queste attività collaterali che sono in grado di fare la differenza all’interno di un mercato in crescita ma anche complesso.
L’obiettivo non è solo quello di seguire e tutelare i clienti coinvolti in un sinistro stradale, ma anche fornire loro dei servizi accessori funzionali e finalizzati alla loro salute e alle loro necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *