aprire una palestraFitness! Fitness! Fitness! La società attuale impone modelli di bellezza a volte estremi, ma l’immagine di un corpo sano come punto di riferimento e partenza non è nuova, e arriva dritta dall’antica Grecia.

Il benessere, l’attività fisica come valido antagonista dell’invecchiamento e dei problemi cardiovascolari legati alla sedentarietà, la bellezza e la forma sono tutti fattori sempre più importanti nella vita quotidiana.

Il bacino d’utenza non è quindi certo misero per chi vuole imbarcarsi nell’apertura di una palestra come attività commerciale.

Questa però è una di quelle idee nelle quali bisogna entrare con estrema prudenza. Il rischio d’impresa, complici la crisi economica e la concorrenza spietata, è elevatissimo, soprattutto considerando che l’investimento iniziale, anche solo in termini di attrezzature ed arredamento, supera sicuramente i 100.000 euro.

Anche le varie regolamentazioni e leggi da rispettare non sono poche e gli adempimenti burocratici per essere in regola per un luogo di questo tipo sono tantissime e variano da comune a comune e da regione a regione.

In particolare, qui abbiamo tutta la regolamentazione riguardante i luoghi di lavoro più tutta quella riguardante la sicurezza delle attrezzature. La sola assicurazione (peraltro obbligatoria) sarà uno dei costi fissi di maggiore incidenza nel business plan.

La concorrenza è spietata, perciò prima di lanciarsi in questo genere di impresa occorre studiare attentamente il luogo in cui far sorgere la nuova attività e studiare bene il territorio e la popolazione limitrofe.

In una piccola città le persone sono disposte a spostarsi senza grossi problemi, mentre in una grande città difficilmente tendono ad uscire da quartiere. Quindi attenzione alla distribuzione degli impianti concorrenti.

Non basta la passione per le attività sportive e anche una certa conoscenza in merito. Occorre saper guardare avanti e cogliere tutte le tendenze di mercato e le nuove proposte del fitness per implementarle prima degli altri. Questo significa spendere molto nel proprio aggiornamento professionale e, soprattutto, nella retribuzione del personale.

Una parola sulla scelta dei collaboratori, che dovranno essere il top in fatto di gentilezza e disponibilità verso la clientela.

Ricordiamoci che una palestra non è solo un luogo dove la gente va per allenarsi e per rimanere in forma, ma anche un centro di aggregazione, dove spesso le persone affluiscono per socializzare e passare un momento di relax in compagnia dopo una giornata di lavoro.

Gli orarti di apertura dovranno quindi essere il più dilatati possibile per offrire al massimo numero di persone la possibilità di frequentare il centro al di fuori degli orari di lavoro, oggi a loro volta sempre più dilatati.

Per quanto riguarda le figure professionali indispensabili avremo quella del direttore sportivo / responsabile dei programmi di attività che, anche se non obbligatoriamente coincidente con quella del proprietario, deve comunque essere una persona diplomata presso l’ISEF o comunque laureata in scienze motorie.

Ogni servizio aggiuntivo, sempre necessario a diversificare e completare l’offerta di base, dovrà rispettare le rispettive regolamentazioni di settore. Se, ad esempio, deciderete di includere un solarium, avrete bisogno di un’estetista diplomata sempre presente, così come per altri tipi di servizi accessori.

La locazione ovviamente sarà molto importante per acquisire il più velocemente e stabilmente possibile il pubblico del target desiderato e, a proposito di questo, ricordiamo che un parcheggio ampio e disponibile è una caratteristica essenziale al successo dell’iniziativa.

Insomma, non un’impresa da sottovalutare e in cui imbarcarsi a tempo perso, ma solo dopo un’attenta disamina di tutte le ipotesi e incombenze e, soprattutto, dopo una precisa pianificazione commerciale e finanziaria.

Salva

One thought on “Aprire una palestra

  • aprile 3, 2017 alle 7:41 pm
    Permalink

    Si sa che aprire una palestra ha dei costi non irrisori. Prima di intraprendere questa strada bisogna considerare molti fattori e pianificare tutto.
    Questo articolo è davvero ben fatto ma anche su http://www.aprireinfranchising.it ne ho trovati di ottimi su come aprire una palestra (anche specifici come ad esempio aprire una palestra dedicata al crossfit e di tutti i relativi possibili costi).

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *