aprire un centro di riflessologiaSe il vostro sogno è quello di aprire un centro di riflessologia, allora non vi resta che iniziare subito ed informarvi per tutti i passi necessari che dovete compiere prima di iniziare la splendida avventura in questo ambito professionale.

Se è vero che da un punto di vista burocratico e amministrativo, c’è molta confusione rispetto alla gestione e soprattutto, all’apertura di un centro di riflessologia è anche vero che tutto passa sempre per l’abilitazione professionale, che è diventata obbligatoria per questo settore, a cavallo tra il mondo della medicina e quello della bellezza. Se volete aprire un centro di riflessologia per i trattamenti riequilibranti del corpo, allora bisogna innanzitutto seguire le procedure normative previste dalla legge.

La prima mossa è quella di avere un budget a disposizione, per comprare gli arredi e le attrezzature, oltre che per fittare i locali in cui sarà aperto il centro di riflessologia. Poi, bisognerà verificare anche la presenza dei requisiti professionali richiesti, ovvero l’iscrizione all’albo di competenza e l’attestazione per la professione svolta nell’ambito della riflessologia per il riequilibrio del corpo.

Successivamente, bisognerà procedere con l’apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate e solo dopo, si procederà con l’iscrizione alla Camera di Commercio di competenza. Prima di aprire è necessario comunque comunicare l’inizio delle attività al Comune di competenza dove sorge il locale che state tentando di aprire. La comunicazione va fatta almeno 30 giorni prima.

Una volta ottenute tutte le certificazioni di agibilità, e quello comprovanti la vostra attività non vi resta che procedere investendo i capitali per l’acquisto di arredi e di attrezzature necessarie per mettere a punto il vostro nuovo settore lavorativo. Insomma, il passaggio che differenze questo tipo di settore dagli altri è quello di natura professionale, perché chi vuole aprire un centro massaggi deve avere i requisiti professionali necessari per portare avanti questa attività, altrimenti non potrà proprio accedere al tipo di licenza necessaria per aprire un’attività in questo ramo.

Infine, è anche bene sottolineare che la spesa iniziale, sarà comunque cospicua ma se riuscirete a mettere in campo tutti i tipi di massaggi terapeutici o legati al mondo della riflessologia plantare e della mano, allora i guadagni inizieranno subito a concretizzarsi e quindi potrete realizzare questo sogno nel cassetto di aprire un centro di riflessologia.

Cosa state aspettando? È il primo passo quello più lungo, ma una volta ottenute le licenze professionali non vi resta che impegnarvi nell’attività con studi e aggiornamenti, costanti in modo tale da poter intraprendere un’attività di successo nel mondo della riflessologia e dei trattamenti olistici per il corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *