aprire un compro oroOccorre anzitutto fare una distinzione importante. Nell’aprire un negozio di compravendita di oro usato infatti, sono due le tipologie di business che si possono voler implementare.
La prima è quella dedicata alla compravendita di oggetti, da privati e verso privati, che non implica la trasformazione degli oggetti suddetti, mentre la seconda riguarda l’attività di acquisto di oggetti in oro destinati alla fusione e quindi alla successiva rivendita di oro allo stato non differenziato.

Per quanto riguarda il secondo caso, vi è comunque una certa commistione poichè spesso un clente di un’attività di questo tipo è la tipica azienda che a sua volta raccoglie dai negozi al dettaglio gli oggetti acquistati ai privati per poi eseguire a parte la fusione e il riciclaggio dell’oro.

Diciamo che, mentre per la seconda si configura un’attività più specificatamente industriale, per la prima si parla invece di attività di compravendita di oggetti usati e la questione cambia quindi, in meglio, radicalmente.

L’investimento iniziale per aprire un negozio del tipo “compro oro usato”, è molto basso; il capitale necessario è infatti ridotto a quello necessario per pagare i primi acquisti che, non dimentichiamolo, devono essere effettuati immediatamente.

Chi si rivolge a negozi di questo tipo infatti non si aspetta certo di dover concedere dilazioni di pagamento.

Occorre quindi un modesto capitale iniziale, necessario ad avviare il volano della compravendita. Normalmente, essendo le transazioni di questo tipo assai limitate in valore, una cifra intorno ai 15.000 euro è più che sufficiente.

Le modalità da seguire sono due: aprire in modo indipendente oppure in franchising presso uno dei tre grossi gruppi nazionali di questo genere (ce ne sono tuttavia anche altri, anche se più piccoli).

Per l’apertura in franchising potete tranquillamente rivolgervi ai siti di questi gruppi che forniscono tutte le informazioni necessarie.

Per l’apertura indipendente invece, vi sono alcune cose che occorre sapere.
Innanzitutto la vendita: occorre prevedere che la vendita avverrà non solo nei confronti di privati, ma occorre considerare la stipula, peraltro offerta quasi d’ufficio, da parte di aziende che invece si occupano del riciclaggio diretto dell’oro.

I pagamenti sono immediati anche in questo caso e quindi il rischio d’impresa dal punto di vista strettamente commerciale è estremamente ridotto.

Importante tuttavia è considerare che prendere una fregatura non è così difficile. Occorre avere una certa esperienza e soprattutto una buona conoscenza dell’argomento per dare la corretta valutazione agli oggetti che si acquistano.

In altre parole non basta saper riconoscere oro vero da oro falso, in quanto le tecniche per ingannare anche il più esperto orafo sono davvero tante.

In più, se vogliamo diversificare l’offerta di servizio che siamo in procinto di avviare, se daremo una valutazione non solo in termini di peso e percentuale di oro contenuto nell’oggetto, ma anche in termini di valore artistico e tecnico, avremo buone possibilità di veder crescere rapidamente la nostra clientela.

Attenzione però a non strafare, altrimenti potrebbe accadere di acquistare oggetti in oro da tanti clienti e venderne a pochissimi.

In buona sostanza, come per tutti i mestieri, occorre conoscere bene quello che si fa prima di farne un’attività professionale.

Salva

6 thoughts on “Aprire un compro oro usato

  • settembre 14, 2011 alle 2:21 pm
    Permalink

    Vorrei aprire un compro oro

    Rispondi
  • settembre 27, 2011 alle 10:37 am
    Permalink

    sì anche io vorrei aprirne uno, ma non ho esperienza… temo di fare un buco nell’acqua.

    Rispondi
  • settembre 27, 2011 alle 10:45 am
    Permalink

    Ciao, grazie per i consigli. Una sola cosa: che tipo di licenza serve?

    grazie
    Teresa

    Rispondi
  • dicembre 14, 2011 alle 3:38 pm
    Permalink

    vorrei aprire un compro oro ma non so da dove iniziare….consigli??

    Rispondi
  • dicembre 22, 2011 alle 9:22 am
    Permalink

    Un mio personale consiglio è di evitare posti dove già ce ne sono, scegliere paesi con più di 30000 abitanti dove manca il compro oro, allora è lì che si fanno i veri affari, per la licenza e l’ apertura di un compro oro è abbastanza semplice, rivolgiti alla questura di appartenenza del negozio che hai trovato in affitto e loro ti spiegheranno tutto

    Rispondi
  • Pingback: IDEE COMMERCIALI PER NUOVE ATTIVITA’ | GUIDO SARDU......mettersi in proprio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *