aprire un bed & breakfastSecondo la legislazione vigente, l’attività di bed & breakfast non è classificata ancora come una professione a tutti gli effetti.

Questo, dal punto di vista pratico, la rende una buona idea per una eventuale attività commerciale da gestire in proprio, anche grazie al limitato numero di adempimenti obbligatori per questa categoria.

Innanzitutto la definizione. Per Bed & Breakfast si intende sostanzialmente un’attività di ospitalità di terzi per il pernottamento e la prima colazione, condotta nello stesso edificio in cui risiede il titolare.

I parametri di definizione sono alquanto semplici e limitati. Non sono ammesse più di tre stanze e più di sei posti letto e l’attività deve essere sospesa per almeno novanta giorni nell’arco dell’anno. Questo perchè, per rientrare nel quadro di attività occasionale, la continuità deve essere interrotta periodicamente e per un periodo, appunto, di almeno tre mesi l’anno.

Le stanze devono avere un minimo di metratura: otto metri quadri per la singola e quattordici per la doppia. Inoltre le stanze devono essere tutte dotate, ovviamente oltre al letto, di una lampada da tavolo, una sedia o poltrona, un tavolo e un armadio.

Il bagno può essere in comune e non è obbligatorio un bagno separato per il proprietario dell’edificio.

La prima colazione dovrà essere servita all’interno dello stesso edificio (non si può quindi fare una convenzione con il bar all’angolo, per intenderci).

Nel caso il titolare dell’attività non sia il proprietario dell’edificio, occorre il permesso scritto da parte di quest’ultimo.

Non sono invece previste subordinazioni al regolamento di condominio. Questo significa che il condominio non può opporsi all’attività di bed and breakfast.

La corte costituzionale ha infatti depositato la sentenza 369 in data 14 novembre 2008 in cui si dichiara che il regolamento condominiale non può mai essere più restrittivo del codice civile e nemmeno le Regioni possono legiferare in tal modo.

Quindi, chiunque abbia dei problemi dall’assemblea di condominio per l’avvio di una simile attività, potrà fare riferimento a questa sentenza, valida sull’intero territorio nazionale.

Nel caso di questa attività, quindi, si può procedere tranquillamente all’interno della propria abitazione o appartamento, purchè si stia all’interno dei parametri stabiliti.

A questo proposito, vale la pena ricordare che i parametri in questione possono variare a seconda della regione. Occorre quindi informarsi prima tempestivamente per evitare di incorre in sanzioni anche pesanti, oppure limitare magari in modo esagerato i posti letto.

L’investimento iniziale è molto modesto, mentre il livello di guadagno è dipendente dal luogo. Sono sempre di più infatti le persone che si rivolgono alla microricettività anzi che al settore alberghiero, complice la crisi e anche la voglia di ritrovarsi in ambienti più familiari.

All’inizio potrà essere consigliabile rivolgersi alle strutture di agenzia che, a fronte di una percentuale sull’incassato potranno promuovere l’attività.
Ma anche, qualora si conoscesse qualche buon professionista nel settore, avere un sito web opportunamente ottimizzato ed indicizzato, aiuterà molto.

Il resto lo farà la capacità di accogliere gli ospiti in un ambiente pulito, leggero e confortevole, senza formalità e in luoghi che, ovviamente, possano destare l’attenzione del turismo.

2 thoughts on “Aprire un bed & breakfast

  • ottobre 21, 2011 alle 4:33 pm
    Permalink

    Salve,
    vorrei avere maggiori informazioni su come aprire un b&b, io ho una mansarda di circa 60mq con tre stanze e un bagno credo possa rientrare nei parametri richiesti dalla legge. Vorrei però sapere a chi rivolgermi e quali pratiche espletare.

    cordiali saluti
    Gianfranco

    Rispondi
  • marzo 11, 2012 alle 3:30 pm
    Permalink

    Ciao io e mia moglie abbiamo un rustico da ristrutturare all’interno della nostra proprietà. Vorremmo sapere se potessimo adibirlo a B&B anche se non ci abitiamo in quanto la nostra casa e’ a pochi metri nella stessa proprietà
    Viviamo in provincia di Varese.
    Grazie per la vostra disponibilità

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *